Vini Il Colle del Corsicano- Nuove annate – Luciano Pignataro Wine Blog

Il Colle del Corsicano è una piccola azienda vitivinicola situata a Castellabate, nel Cilento, guidata dall’enologo Alferio Romito. Nonostante la giovanissima età dell’azienda, Romito ha già guadagnato l’attenzione dei wine lovers e dei critici del settore come una figura emergente nella nuova ondata vitivinicola del Cilento.

L’azienda si estende su un piccolo appezzamento di terreno, coltivato con metodi biologici, e produce solo tre etichette di vino: un bianco, un rosato e un rosso. La produzione totale si aggira intorno alle 4.000 bottiglie all’anno.

Le nuove annate dei vini de Il Colle del Corsicano sono state recentemente assaggiate e descritte dal critico Enrico Malgi. Ecco le sue impressioni:

Il Licosa Fiano Cilento Doc 2022 è un vino bianco prodotto esclusivamente con vitigno Fiano e maturato in acciaio. Ha una gradazione alcolica di tredici e mezzo e un prezzo finale di 16 euro. Malgi descrive il colore limpido e brillante del vino, con riflessi verdolini. Il bouquet è caratterizzato da intensi profumi di pera spadona, pesca bianca, mela annurca e altre frutta, con un leggero sentore di nocciola. Al gusto è fresco, succoso, morbido ed elegante, con sentori agrumati. Può essere conservato per altri sei-sette anni ed è perfetto abbinato a un risotto ai frutti di mare.

Il Furano Rosato Paestum Igp 2022 è prodotto al cento per cento con uve Aglianico e affinato in acciaio. Ha una gradazione alcolica di tredici e mezzo e un prezzo finale di circa 17 euro. Il colore del vino è un brillante melogranato. Al naso si percepiscono profumi di amarena, mela cotogna, chinotto e altre fragranze fruttate e floreali. Al gusto è morbido, vellutato, armonico e affascinante. Secondo Malgi, ha ancora qualche anno di evoluzione davanti a sé. Si abbina bene con una pizza margherita e un tagliere di salumi e formaggi cilentani.

Il Patrinus Aglianico Paestum Igt 2021 è prodotto principalmente con uve Aglianico e una piccola parte di Primitivo. Viene affinato in barrique per quattro mesi. Ha una gradazione alcolica di quattordici gradi e un prezzo finale di circa 17 euro. Il colore è un vibrante rosso rubino. Al naso emergono profumi di ciliegia, prugna, bacche del sottobosco e altre note speziate e terziarie. Al gusto è pieno, corposo, balsamico e viscerale, con tannini ben integrati. È un vino intenso, affascinante e dal gusto persistente. Si abbina bene con un piatto di pasta al ragù, una grigliata di carne e formaggi cilentani stagionati.

Nonostante la giovane età dell’azienda, i vini di Alferio Romito sono apprezzati per la loro immediatezza e per la cura professionale con cui vengono prodotti. Romito rappresenta la nuova generazione di viticoltori cilentani, più preparati e abili rispetto ai loro predecessori, ma senza dimenticare il merito di questi ultimi che hanno posto le basi per la rinascita della viticoltura locale. La coesistenza tra il vecchio e il nuovo si integra alla perfezione e contribuisce a elevare la qualità complessiva dei vini del territorio.

Per maggiori informazioni su Il Colle del Corsicano e per contattare l’azienda, è possibile visitare il loro sito web http://www.ilcolledelcorsicano.it.

LE ULTIME NOTIZIE