Perché il caffè stimola la cacca? C’è una spiegazione scientifica!

Il caffè stimola la cacca, ma c’è una spiegazione scientifica dietro questo fenomeno. Secondo Christine Lee, gastroenterologa della Cleveland Clinic negli Stati Uniti, la colpa è della caffeina presente nel caffè.

La caffeina presente nel caffè può sicuramente darci una sferzata di energia al mattino o in qualsiasi momento della giornata, ma non agisce solo sul nostro cervello, ma anche sull’intestino. Già nel 1990, uno studio dimostrò che il 29% delle persone intervistate avvertiva il desiderio di defecare dopo aver bevuto caffè e che questo stimolo poteva arrivare anche in soli quattro minuti.

Successivamente, nel 1998, venne dimostrato che il caffè normale stimola l’attività motoria del colon in misura maggiore rispetto all’acqua e al caffè decaffeinato. Infatti, il caffè stimola le contrazioni del colon, chiamate peristalsi, il cui compito è spingere le feci attraverso il tratto digestivo e verso l’uscita.

Il caffè contiene anche acidi che aumentano i livelli dell’ormone gastrina, che a sua volta stimola le contrazioni muscolari nello stomaco e aiuta a “smuovere” l’intestino. Questo processo avviene sia con il caffè normale che con quello decaffeinato, quindi non dipende dalla presenza di caffeina. Anche il semplice atto di mangiare può avere lo stesso effetto.

È importante sottolineare che i tempi di questo processo possono variare. Il tratto intestinale è più sensibile e incline al movimento nelle prime ore della giornata, quindi bere una tazza di caffè caldo al mattino può stimolare il riflesso gastrocolico e facilitare il movimento delle feci. Tuttavia, non tutti reagiscono allo stesso modo, ci sono individui più sensibili ai farmaci, al cibo e persino all’acqua, quindi potrebbero anche avere una reazione gastro-intestinale più pronunciata al caffè.

In definitiva, il caffè può avere un effetto lassativo su alcune persone, ma non su tutte. È importante provare per vedere come il nostro corpo reagisce.

LE ULTIME NOTIZIE